Radio INCONTRI con Dario Ricci – Palazzo del Bue

PALAZZO DEL BUE Via G.Marconi, 44 Rivarolo Mantovano (MN)

Radio INCONTRI con Dario Ricci

Per ONDE RADIO, Dario Ricci rievocherà aspetti della storia d’Italia ripercorsa con le voci dei mitici radiocronisti sportivi.
Due gli interventi previsti:
– la sera di venerdi 28 ottobre e in Fondazione Sanguanini ci parlerà di
“emozioni e sport al microfono”, nell’intervento titolato DA CAROSIO A CARESSA
– la mattina di sabato 29, in Sala polivalente e per i ragazzi della Scuola media trasmetterà
“emozioni via radio” parlando di STORIA D’ITALIA E VOCI DELLO SPORT.

Il “DarioRicci-Radio24conduttore” (al sito internet di Radio 24):
DARIO RICCI (Roma, 1973) – Ha iniziato a sfogliare i giornali sportivi quando aveva ancora i calzoni corti col sogno, un giorno, di poterli raccontare lui, i Giochi Olimpici. Sogno realizzato, visto che Dario Ricci, ha seguito – come inviato di Radio 24 – Le Olimpiadi di Pechino 2008 e Londra 2012, quelle invernali di Torino 2006,gli Europei di calcio di Portogallo 2004 , i Mondiali di nuoto di Roma 2009 e i Mondiali di calcio di Sudafrica 2010 e Brasile 2014 (e quest’anno anche le Olimpiadi). Dal 2009 al 2014 ha ideato e condotto “A Bordocampo”. Dal 2015 è la voce e l’autore di “Olympia-miti e verità dello sport”.


I “protagonisti“:

NICOLÒ CAROSIO (1907-1984), il primo radiocronista della radio italiana è stato per oltre trent’anni la “voce” delle radiocronache della Nazionale di calcio italiana, dai mondiali di calcio del ’34 a quelli del ’70 in Messico. Un uomo che raccontava il calcio agli italiani con descrizioni puntuali e precise e che ha creato uno stile al quale ancora oggi i moderni telecronisti si rifanno. Il giusto bilanciamento tra l’essere un giornalista ed essere un tifoso partecipe di ciò che accade in campo con i suoi indimenticabili: “quasi goal”. Un testimone di grandi vittorie e incancellabili sconfitte.


NANDO MARTELLINI (1921-2004), per molti anni la sua voce ha commentato le partite di calcio più importanti, ma anche le principali manifestazioni ciclistiche come il Giro d’Italia e il Tour de France. Nel 1976 fu direttore del Pool Sportivo TV. È rimasto nella storia il suo triplice grido «Campioni del Mondo» al termine della partita Italia-Germania Ovest l’11 luglio 1982, in occasione della conquista del titolo da parte della Nazionale di calcio italiana ai Mondiali 1982.


FABIO CARESSA può essere considerato il telecronista più presuntuoso del mondo, come lui stesso ama definirsi.
Con BEPPE BERGOMI forma una delle più celebri coppie di telecronisti di Sky Sport col quale è stato telecronista ufficiale della serie di videogiochi calcistici, FIFA fino al 2014.

  • 28 Ottobre 2016 9:00 - 29 Ottobre 2016 12:00